Ricetta base della pasta fatta in casa

Louis Miller 20-10-2023
Louis Miller

Non solo la pasta fatta in casa ha un sapore superiore a quello delle tagliatelle comprate in negozio, ma è anche molto facile da preparare e richiede solo 3 semplici ingredienti che probabilmente avete già a disposizione nella vostra cucina. Questa è un'ottima ricetta di cucina tradizionale da imparare.

La scienza missilistica non trova posto nella mia cucina.

Per quanto mi piaccia cucinare, a volte mi imbatto in alcuni tutorial/tecniche che fanno esplodere il mio cervello no-fuss.

Prendiamo ad esempio la pasta fresca.

Molte delle ricette "base" di pasta fresca fatta in casa che si trovano in giro su Google fanno sembrare la pasta fatta in casa tutt'altro che raggiungibile, con le loro formule complicate, le istruzioni dettagliate e l'infinita varietà di ingredienti.

No, grazie.

Ma oggi sono qui per svelarvi un piccolo segreto che gli dei della pasta fatta in casa probabilmente non vogliono farvi sapere:

Guarda anche: Come usare la terra diatomacea

È assolutamente possibile preparare una pasta fatta in casa, deliziosa e dalla consistenza perfetta, senza tante complicazioni e con soli tre ingredienti. Non c'è di che.

Se cercate altre ricette di cucina tradizionale, semplici, facili e gustosissime, date un'occhiata al mio Ricettario della prateria!

Volete un'altra prova che fare la pasta è facile? Ecco il mio video che mi mostra mentre preparo la pasta fatta in casa (scorrete in basso per la ricetta):

Guarda anche: Ricetta dei biscotti morbidi alla melassa

Ricetta della pasta fatta in casa

Resa: circa un chilo

Ingredienti:

  • 2 tazze di farina (vedi nota sotto)
  • 1/2 cucchiaino di sale marino (io adoro questo)
  • 3 uova grandi

Indicazioni:

Unire la farina e il sale.

Formare una fontana al centro della farina e aggiungere le uova.

Iniziare a mescolare delicatamente le uova, incorporando gradualmente la farina a ogni colpo. Alla fine si formerà un impasto rigido.

Lavorare la pasta per 8-10 minuti.

Se l'impasto è troppo secco e non si attacca, aggiungere 1/2 cucchiaino d'acqua; se è troppo appiccicoso, aggiungere un po' di farina.

Tenete presente che questo impasto sarà molto Tuttavia, più a lungo lo si lavora, più diventa morbido e malleabile.

Se l'impasto è ancora ruvido, continuare a impastare.

Cerchiamo una consistenza liscia e satinata, che si svilupperà quanto più a lungo si impasta.

Coprite la pasta ben lavorata con pellicola trasparente e lasciatela riposare per circa 45 minuti. (Questa fase di riposo è importantissima, perché dà all'impasto il tempo di rilassarsi, altrimenti si rischia di lottare per tutto il tempo della stesura).

Dopo il periodo di riposo, dividere l'impasto in quattro porzioni e arrotolarlo in un piccolo cerchio piatto. Ora viene il bello!

Come usare una macchina per la pasta

Sono molto esigente con i miei gadget da cucina e in genere tengo solo il necessario. Tuttavia, sono molto fedele alla mia macchina per la pasta ( link affiliato) Tuttavia, se dovete stendere l'impasto a mano, potrebbe essere utile un tagliapasta come questo.

Pronti a partire

Per ottenere i migliori risultati, è necessario fare diverse passate, per ogni impostazione di spessore. Io inizio con l'impostazione più grande (di solito 5 o 6), la faccio passare una o due volte, poi regolo gradualmente le impostazioni in modo che siano sempre più sottili, finché non ottengo la sfoglia dorata perfetta.

Piegatura in terzi prima del passaggio successivo sul rullo

Tra un passaggio e l'altro, piego la striscia in tre parti: questo aiuta a squadrare i bordi e a mantenere le cose uniformi. Poi la faccio passare attraverso il lato di taglio della macchina per tagliare gli spaghetti o le fettuccine.

Istruzioni per il mattarello:

Se non avete una macchina per la pasta, potete usare un mattarello e un coltello (o un tagliapizza). Tenete presente che dovrete stendere la pasta il più sottile possibile, perché si gonfierà notevolmente una volta cotta.

Stendete ogni porzione di pasta su una superficie ben infarinata e poi tagliatela a strisce sottili. Le vostre tagliatelle saranno più rustiche, ma avranno comunque un sapore fantastico. Se state stendendo la pasta a mano, qualcosa come questo tagliapasta potrebbe essere utile per tagliare tagliatelle più uniformi (sapete, se vi dispiace che le vostre tagliatelle siano rustiche e irregolari...).

Da qui si può cuocere subito la pasta (3-4 minuti in acqua bollente salata) o asciugarla per un secondo momento. Se la si asciuga per un secondo momento, questo stendino può aiutarla ad asciugarsi più velocemente e in modo più uniforme.

Si congela anche bene, basta che non lo buttiate in freezer in un grosso blocco, perché poi vi ritroverete con un fagottino di pasta quando andrete a cucinarlo.

Servite la vostra pasta perfetta fatta in casa con il sugo fatto in casa o con olio d'oliva, parmigiano ed erbe fresche.

Potete anche provare la vostra pasta fatta in casa con il mio Salsa alfredo alla zucca butternut fatta in casa o il mio fresco ricetta della salsa di pomodoro veloce . Gnam!

Note di cucina:

  • Per quanto riguarda la farina per fare la pasta fatta in casa, ci sono diverse opinioni e alcuni si sbizzarriscono con farine speciali (tradizionalmente, la pasta si fa con la farina di semola). Tuttavia, ho ottenuto ottimi risultati utilizzando la normale farina integrale non sbiancata. Se volete, potete usare un mix di farina integrale, unita alla farina integrale. Tenete presente che più grano integrale usate,più la consistenza degli spaghetti finiti cambierà.
  • Se in qualche momento la pasta fresca si attacca alla superficie, alla macchina, al mattarello o ad altri pezzi di pasta, aggiungete altra farina. Di solito sono molto generosa con la spolverata di farina, altrimenti vi ritroverete con un blob appiccicoso.
  • Non ho provato questa ricetta con farine senza glutine, mi dispiace!
  • Si possono facilmente preparare paste fresche aromatizzate aggiungendo all'impasto erbe fresche o secche (alcune buone opzioni possono essere erba cipollina, origano, basilico o timo), oppure speziandole con aglio o cipolla in polvere.

Pasta fatta in casa: le risposte alle vostre domande

Come si cucina la pasta fatta in casa?

La pasta fatta in casa si cuoce molto più rapidamente di quella acquistata in negozio. Mettete la pasta fatta in casa in una pentola d'acqua bollente salata e fatela bollire per due minuti. Assaggiate e, se non è cotta come preferite, continuate a farla bollire per altri due minuti al massimo (quindi 2-4 minuti in totale).

Come si conserva la pasta fatta in casa?

Se non consumate tutta la pasta subito o volete utilizzarla in un secondo momento, potete farla asciugare all'aria su uno stendino o su una teglia da forno per circa un'ora. Poi trasferitela in un contenitore ermetico e conservatela in frigorifero per 2-3 giorni o congelatela per circa 2-4 settimane. Fate attenzione a come confezionate la pasta o potrebbe trasformarsi in un ammasso di pasta spappolata.

Perché è necessario far riposare l'impasto prima di preparare la pasta?

Si lascia riposare l'impasto per dare alla farina il tempo di assorbire completamente il liquido e anche per permettere al glutine di rilassarsi. Il glutine è ciò che permette alla pasta di allungarsi e di essere stesa super sottile.

Stampa

Ricetta base della pasta fatta in casa

Questa facile ricetta di pasta fatta in casa utilizza solo 3 semplici ingredienti e produce una pasta dal sapore decisamente migliore di quella che si può acquistare in negozio.

  • Autore: La prateria
  • Tempo di preparazione: 70 min.
  • Tempo di cottura: 4 minuti
  • Tempo totale: 1 ora e 14 minuti
  • Rendimento: 1 lb di pasta 1 x
  • Categoria: Piatto principale
  • Cucina: Italiano

Ingredienti

  • 2 tazze di farina (dove acquistarla)
  • 1/2 cucchiaino di sale marino (io uso questo sale)
  • 3 uova grandi
Modalità Cook Impedisce che lo schermo si oscuri

Istruzioni

  1. Unire la farina e il sale.
  2. Formare una fontana al centro della farina e aggiungere le uova.
  3. Iniziare a mescolare delicatamente le uova, incorporando gradualmente la farina a ogni colpo. Alla fine si formerà un impasto rigido.
  4. Lavorare la pasta per 8-10 minuti.
  5. Se l'impasto è troppo secco e non si attacca, aggiungere 1/2 cucchiaino d'acqua; se è troppo appiccicoso, aggiungere un po' di farina.
  6. Tenete presente che questo impasto sarà molto più rigido rispetto ai tradizionali impasti per il pane, ma più lo lavorerete a lungo, più diventerà morbido e malleabile.
  7. Cerchiamo una consistenza liscia e satinata, che inizierà a svilupparsi più si impasta.
  8. Coprite la pasta ben lavorata con pellicola trasparente e lasciatela riposare per circa 45 minuti (questa fase di riposo è importantissima, in quanto dà alla pasta il tempo di rilassarsi, altrimenti la combatterete per tutto il tempo in cui la stenderete).
  9. Dopo il periodo di riposo, dividere l'impasto in quattro porzioni. Ora arriva la parte fredda!
  10. Istruzioni per la macchina per la pasta:
  11. Sono molto esigente con i miei gadget da cucina e in genere tengo solo il necessario. Tuttavia, sono molto fedele alla mia macchina per la pasta e si è guadagnata un posto nella mia affollata credenza.
  12. Per ottenere i migliori risultati, è necessario fare diverse passate, per ogni impostazione di spessore. Io inizio con l'impostazione più grande (di solito 5 o 6), la faccio passare una o due volte e poi comincio a regolare gradualmente le impostazioni in modo che siano sempre più sottili, finché non ottengo la sfoglia dorata perfetta.
  13. Tra un passaggio e l'altro, mi piace piegare la striscia in tre: questo aiuta a squadrare i bordi e a mantenere le cose uniformi. Poi, è sufficiente far passare la striscia attraverso il lato di taglio della macchina per affettarla in spaghetti o fettucine.
  14. Istruzioni per il mattarello:
  15. Se non avete una macchina per la pasta, potete usare semplicemente un mattarello e un coltello (o un tagliapizza). Tenete presente che dovrete stendere la pasta il più sottile possibile, perché una volta cotta si riempirà notevolmente.
  16. Stendete ogni porzione di pasta su una superficie ben infarinata e poi tagliatela a strisce sottili. Le vostre tagliatelle saranno più rustiche, ma avranno comunque un sapore straordinario.
  17. A questo punto, potete cuocere subito la pasta (3-4 minuti in acqua bollente) o asciugarla.
  18. Si congela anche bene, basta che non lo buttiate in freezer in un grosso blocco, perché poi vi ritroverete con un fagottino di pasta quando andrete a cucinarlo.
  19. Servite la vostra pasta perfetta fatta in casa con sughi fatti in casa o con olio d'oliva, parmigiano ed erbe fresche.

Note

Note di cucina:

Ci sono diverse opinioni quando si parla di farina per la pasta... Alcuni si sbizzarriscono con farine speciali (tradizionalmente la pasta si fa con la farina di semola), ma io ho ottenuto risultati meravigliosi usando la normale farina integrale non sbiancata. Se volete, potete usare un mix di farina integrale, combinata con quella integrale, ma tenete presente che più farina integrale usate, più la pasta si trasforma in farina di semola.la consistenza delle tagliatelle finite cambierà.

Non ho provato questa ricetta con farine senza glutine, mi dispiace!

È possibile preparare facilmente paste aromatizzate aggiungendo all'impasto erbe fresche o secche, oppure speziandole con aglio o cipolla in polvere.

Volete provare il mio sale preferito? Per un periodo limitato, utilizzate il mio codice per ottenere uno sconto del 15% su tutto il vostro ordine!

Altri suggerimenti per la cucina Heritage:

  • Imparare a fare il pane francese
  • Date un'occhiata al mio Corso accelerato di cucina tradizionale per imparare a preparare piatti semplici e veloci con ingredienti freschi.
  • Gli strumenti da cucina di cui non posso fare a meno
  • I migliori consigli per cucinare da zero con poco tempo a disposizione

Louis Miller

Jeremy Cruz è un blogger appassionato e un avido decoratore di case proveniente dalla pittoresca campagna del New England. Con una forte affinità per il fascino rustico, il blog di Jeremy funge da rifugio per coloro che sognano di portare la serenità della vita contadina nelle loro case. Il suo amore per il collezionismo di brocche, in particolare quelle amate da abili scalpellini come Louis Miller, è evidente attraverso i suoi accattivanti post che fondono senza sforzo l'artigianato e l'estetica della fattoria. Il profondo apprezzamento di Jeremy per la bellezza semplice ma profonda che si trova nella natura e nel fatto a mano si riflette nel suo stile di scrittura unico. Attraverso il suo blog, aspira a ispirare i lettori a creare i propri santuari, traboccanti di animali da fattoria e collezioni accuratamente curate, che evocano un senso di tranquillità e nostalgia. Con ogni post, Jeremy mira a liberare il potenziale all'interno di ogni casa, trasformando gli spazi ordinari in ritiri straordinari che celebrano la bellezza del passato abbracciando le comodità del presente.