Come conservare un anno di cibo per la vostra famiglia (senza sprechi e sovraccarichi)

Louis Miller 20-10-2023
Louis Miller

Cerchiamo di conservare almeno una scorta di cibo per un anno in ogni angolo possibile della nostra fattoria (un giorno, forse, ci organizzeremo meglio e avremo tutto in un unico posto...).

Come agricoltore, capisco la necessità di autosufficienza e sicurezza alimentare, ed entrambe hanno un ruolo importante in questo stile di vita. Credo inoltre fermamente che non sia necessario essere un esperto, un prepper di emergenza o un sopravvissuto per avere il controllo e conservare un anno di cibo.

Negli ultimi anni, molti hanno lottato contro una pandemia, disastri naturali e carenze in tutto il Paese. Credo che ora più che mai sia giunto il momento per le persone di tutti i ceti sociali di iniziare a pensare a come prendere il controllo del proprio approvvigionamento alimentare.

Quando si tratta di conservare gli alimenti a lungo termine, Non posso offrirvi una soluzione unica, perché non esiste. Tuttavia, quello che posso fare è spiegare diversi dettagli che vi aiuteranno a capire come conservare un anno di cibo e a personalizzarlo in base alle vostre esigenze.

Conservare gli alimenti a lungo termine non è un compito semplice e ci sono molti aspetti da considerare prima di iniziare. Per avere successo con la conservazione degli alimenti a lungo termine, è necessario iniziare con un piano ben studiato e, auspicabilmente, terminare con una dispensa ben fornita.

Perché conservare un anno di cibo?

Ognuno ha le sue ragioni per decidere di rifornire la propria dispensa per un periodo di tempo prolungato. Se siete ancora indecisi sul perché volete iniziare a conservare gli alimenti a lungo termine, ecco alcuni motivi che vi aiuteranno a decidere.

  1. Risparmiare tempo - Conservare gli alimenti, che sia per una settimana, un mese o un anno, vi aiuterà a risparmiare tempo nel lungo periodo. Avere gli alimenti a portata di mano ridurrà al minimo il tempo trascorso nei negozi e, in alcuni casi, il tempo necessario per preparare i pasti.
  2. Risparmiare denaro - Quando si acquistano prodotti sfusi si risparmia perché il più delle volte il prezzo unitario è inferiore a quello dei singoli prodotti. Anche coltivare i propri prodotti può far risparmiare, perché si paga il costo dei semi o dei trapianti.
  3. Emergenze - Le emergenze possono essere rappresentate da calamità naturali, pandemie, perdita del posto di lavoro o infortuni gravi: sono molte le cose che possono rientrare in questa categoria. Conservare gli alimenti a lungo termine significa avere meno preoccupazioni nel momento in cui si verifica una situazione del genere.
  4. Rispettoso dell'ambiente - L'acquisto di prodotti sfusi e le conserve riducono gli imballaggi e gli sprechi. I barattoli per le conserve possono essere riutilizzati più volte e ora esistono alternative di coperchi riutilizzabili.

Compriamo il sale marino fine di Redmond in sacchi da 25 libbre: è più conveniente acquistarlo all'ingrosso e lo usiamo per così tante cose (fermentazione, conservazione e piatti fatti in casa) che aveva senso prenderne un sacco grande.

Da dove cominciare per conservare un anno di cibo

Se avete deciso di prendere il controllo della vostra sicurezza alimentare e volete provare a conservare a lungo termine, il mio consiglio è quello di iniziare in piccolo. Molti commettono l'errore di buttarsi a capofitto nella conservazione degli alimenti a lungo termine e finiscono per essere sopraffatti e per sprecare cibo.

Consigli prima di iniziare a conservare gli alimenti:

  • Non cercate di immagazzinare un intero anno di cibo partendo da zero, ma iniziate con poco: pianificate un mese di immagazzinamento e poi costruite da lì.
  • Tenere traccia dell'inventario e dello spazio di stoccaggio.
  • Acquistare all'ingrosso può far risparmiare tempo e denaro.
  • Conservate all'ingrosso pochi ingredienti chiave alla volta e poi passate a un altro.
  • Se non avete mai conservato i vostri alimenti, fatelo con calma, ma non affidatevi completamente alle conserve casalinghe finché non avrete imparato a conoscerle.
  • Se acquistate prodotti freschi all'ingrosso, comprate in stagione per ridurre i costi.
  • Abbiate un piano! Scoprite quali alimenti immagazzinerete, di quanti ne avrete bisogno e come li immagazzinerete.

Mi ci sono voluti alcuni anni per arrivare a questo punto: preparare un pasto per cena che fosse completamente creato con alimenti prodotti esclusivamente nella nostra azienda agricola.

Come creare un piano personalizzato per conservare gli alimenti di un anno

Prima di lanciarvi nell'acquisto o nella conservazione dei vostri oggetti, dovreste iniziare con un piano, che vi aiuterà a organizzarvi e a evitare di essere sopraffatti. Prendete una matita e un foglio di carta, prendetevi un po' di tempo per scrivere tutto (oppure date un'occhiata alle pagine posteriori del mio planner "Old-Fashioned on Purpose").

Creare un piano di stoccaggio alimentare personalizzato:

(1) Stabilire obiettivi realistici e praticabili

L'inizio di ogni grande piano inizia con la definizione degli obiettivi e con un'idea chiara di ciò che si desidera ottenere. Iniziate scrivendo i vostri obiettivi a breve termine, quelli a lungo termine e le motivazioni che vi spingono ad agire.

(2) Scrivete cosa mangia la vostra famiglia

Scoprite quali sono le ricette e gli alimenti più utilizzati dalla vostra famiglia e concentratevi su questi. L'obiettivo è conservare le cose che la vostra famiglia mangerà.

(3) Quanto spazio avete a disposizione?

(4) Come si presenta l'inventario?

Nota: Organizzate la vostra dispensa/congelatore e poi create un foglio d'inventario per tenere traccia di ciò che avete e di ciò che vi serve. Non deve essere necessariamente sofisticato, basta un foglio di carta foderata.

(5) Acquistati in negozio, coltivati in casa o entrambi?

Durante la fase di pianificazione, dovreste decidere se coltivare i prodotti, allevare la carne, fare conserve o acquistare tutto. Potete fare tutte queste cose o solo alcune. Se potete allevare solo polli ma volete prodotti freschi, potete andare al mercato degli agricoltori. Le combinazioni e le opzioni sono tantissime, per questo è importante personalizzare il piano in base alla propria situazione. .

Il mio Pianificatore all'antica con uno scopo preciso La parte anteriore è un'agenda annuale e nella parte posteriore ho incluso fogli per l'inventario della dispensa e per la conservazione degli alimenti, oltre ad altri utili schemi e fogli per l'organizzazione che aiutano a bilanciare gli impegni di una vita moderna con uno stile di vita casalingo.

Il planner 2022 è disponibile per l'acquisto in questo momento (ho la sensazione che si esaurirà rapidamente, quindi non indugiate!). Per saperne di più sul planner Old-Fashioned on Purpose, cliccate qui.

Organizzare e creare uno spazio di archiviazione a lungo termine

Prima di preoccuparsi di cosa e quanto immagazzinare, bisogna essere sicuri di avere lo spazio necessario per conservare gli alimenti a lungo termine. Durante la pianificazione si dovrebbe aver fatto un elenco degli spazi di stoccaggio e dell'inventario esistente; ora è il momento di creare, pulire e organizzare questi spazi.

Nota: quando si tratta di spazio di archiviazione, non deve essere per forza normale, cercate di usare quello che avete e di essere creativi. Ne avete bisogno? Guardate le mie varie aree di archiviazione in casa nel video di youtube (sopra).

Ci sono molti posti diversi in cui si possono conservare gli alimenti, quindi considerate i seguenti spazi quando decidete quanto spazio avete a disposizione per conservare un anno di cibo.

Diverse idee di spazio di archiviazione da considerare:

  • Armadi
  • Dispensa / Dispensa
  • Cantina delle radici
  • Armadi
  • Scantinati
  • Frigorifero extra
  • Congelatore
  • Annessi e connessi

È inoltre possibile organizzare le aree di stoccaggio più grandi suddividendole con contenitori più piccoli. È importante ricordare di etichettare i contenitori per evitare confusione in futuro.

Contenitori per organizzare lo spazio di archiviazione:

  • Cestini
  • Casse
  • Totes
  • Scatole
  • Scaffali
  • Barattoli di vetro
  • Secchi per alimenti

Una volta stabilito con esattezza quanto spazio avete a disposizione per lo stoccaggio, è il momento di capire quanto cibo dovrà conservare la vostra famiglia. Il vostro spazio di stoccaggio sarà in grado di contenere la quantità di cibo necessaria? Scopriamolo!

Quali alimenti conservare per la propria famiglia?

Uno dei principali errori che si commettono nel conservare gli alimenti a lungo termine è quello di fare scorta di prodotti non deperibili senza tenere conto di ciò che verrà mangiato. Come già detto, è estremamente importante concentrarsi su ciò che la famiglia mangerà davvero, perché in questo modo si eviteranno sprechi di cibo in futuro.

Nel vostro piano (menzionato sopra), avete scritto le ricette preferite e avete preso in considerazione gli alimenti che la vostra famiglia consuma regolarmente. Ora, dovete suddividere queste ricette in elenchi di ingredienti di base, in modo da sapere cosa includere quando acquistate o conservate.

Se acquistate la maggior parte delle vostre scorte di cibo dovete concentrarsi su cose che hanno una lunga durata di conservazione Nessuno vuole fare scorta di prodotti in scatola, pasta, riso e fagioli secchi per poi scoprire che si sono rovinati in poco tempo.

Gli articoli per la conservazione degli alimenti a lungo termine includono:

  • Cereali (le bacche di grano hanno una durata di conservazione maggiore rispetto alla farina macinata, ma è necessario un mulino per cereali)
  • Avena
  • Il riso
  • Fagioli secchi
  • Pasta
  • Verdure in scatola o congelate
  • Salse in scatola
  • Frutta disidratata
  • Erbe secche
  • Noci
  • Burro di arachidi
  • Il miele
  • Il sale
  • Grassi e oli
  • Carni in scatola o congelate

Quanto si dovrebbe conservare per un anno di cibo?

Esistono diversi metodi e calcolatori (date un'occhiata a questo utile calcolatore per la conservazione degli alimenti) che possono aiutarvi ad avvicinarvi a una stima della quantità di cibo da conservare per un anno. Questi possono essere utili, ma non esiste una soluzione unica per tutti, quindi dovrete adattarvi per personalizzare l'importo in base alla vostra situazione. Per esempio, se avete dei bambini in crescita, potrebbero mangiare abbastanza per due persone rispetto alla loro madre quarantenne.

Guarda anche: Calzoni di pizza facili da fare in casa

Altri fattori da considerare quando si decidono gli importi:

  • Le stagioni - Un aspetto che a volte viene trascurato è la stagionalità: ad esempio, se mangiate verdure a ogni pasto, potreste aver bisogno solo di verdure in scatola quando i prodotti freschi non sono disponibili.
  • Età - Ricordate di considerare l'età di tutti i membri della vostra famiglia quando personalizzate i vostri importi.
  • Salute - La salute può essere un altro fattore determinante per la quantità di cibo da consumare.

Diversi metodi per calcolare la quantità necessaria:

Metodo n. 1: Ripartizione delle ricette preferite

Suddividete la vostra ricetta preferita in ingredienti di base e moltiplicateli per 12. Ora sapete quanto conservare se la mangiate una volta al mese all'anno. Una volta conservata una ricetta, potete passare alla successiva e continuare fino a riempire il vostro calendario di pasti.

La suddivisione delle ricette dipende dal livello di preparazione degli ingredienti che si desidera ottenere: se si prepara tutto da zero, l'elenco comprenderà più elementi.

Esempio: serata degli spaghetti

1 - Scatola da 16 oz di noodles x 12 = 12 scatole di noodles di spaghetti

1 - Barattolo di salsa di spaghetti x 12 = 12 barattoli di salsa di spaghetti

1 libbra - Manzo macinato x12 = 12 libbre di manzo macinato

1 - Pane francese x 12 = 12 pagnotte di pane

Nota: Questo esempio si riferisce a una cena di base a base di spaghetti acquistati in negozio; con il tempo e l'esperienza si può scendere ulteriormente nelle versioni casalinghe più elementari (come la pasta fatta in casa e il pane francese fatto in casa).

Metodo n. 2: cibo per persona al giorno

Scrivete quanto e cosa mangia di solito ogni membro della famiglia al giorno, poi moltiplicate questi risultati per 7 e avrete così un'idea di quanto si consuma in una settimana. Utilizzate la settimana per arrivare a un mese e poi a un anno.

Metodo n. 3: Cottura in batch

La cottura in serie è uno dei miei modi preferiti per conservare il cibo e risparmiare tempo. Se avete intenzione di preparare una zuppa di verdure per cena una sera, preparatene di più e poi mettetela in scatola o congelatela per cene diverse. Forse non sarete in grado di cucinare in batch per un anno intero, ma se continuate a farlo per un certo periodo di tempo potrete arrivare a farlo.

Guarda anche: Come fare il tè al compost

Anche in questo caso, l'uso della cottura a lotti per il sistema di conservazione a lungo termine richiede di suddividere le ricette in base agli ingredienti di base e di moltiplicare la quantità di ciascun ingrediente per la quantità che si sta preparando.

Esempio: Zuppa di verdure Ingredienti x 4 = 4 cene = 1 cena a base di zuppa di verdure ogni 4 mesi

Da quando l'anno scorso ho accumulato la farina, compro le bacche di grano all'ingrosso e le macino in farina quando ne ho bisogno.

Come costruire le scorte alimentari

Suggerimento 1: acquistate di più alla volta

All'inizio della vostra ricerca di scorte alimentari, acquistare veramente all'ingrosso può essere un'impresa ardua. Ci sono alcuni modi diversi per acquistare man mano le scorte. Il mio consiglio numero 1: Concentratevi su un prodotto e iniziate a comprarne uno in più ogni volta che vi recate al negozio per accumulare una scorta e poi passate a un altro.

Potete anche concentrarvi su una ricetta che piace alla vostra famiglia e acquistare gli ingredienti per questa ricetta; una volta ottenuta la quantità stabilita, passate a quella successiva. Questo metodo può essere continuato fino a ottenere tutti i pasti desiderati.

Suggerimento 2: acquistare in grandi quantità

Diventate membri di un grande negozio come Costco, dove la maggior parte degli articoli che cercate saranno venduti all'ingrosso. Se acquistate davvero gli articoli all'ingrosso, risparmierete tempo e denaro.

Suggerimento 3: coltivare in proprio o in casa

Se è possibile per voi, coltivare il proprio cibo, il che può significare prodotti, carne, uova, miele o qualsiasi altra cosa prodotta in proprio. Se avete tempo e spazio, potete coltivare un anno di prodotti da conservare. Tenete dei polli per la carne e le uova o forse un giorno potrete acquistare e allevare un maiale (guardate qui come calcolare il costo dell'allevamento della vostra carne).

Coltivare i propri prodotti e allevare la propria carne è ottimo perché si sa esattamente da dove proviene il proprio cibo.

Se siete intenzionati a coltivare i vostri prodotti, dovrete prendere in considerazione l'idea di coltivarli da soli:

  • Il vostro spazio di coltivazione
  • Zona di coltivazione/Clima
  • Quali verdure servono alla vostra famiglia
  • Quante piante sono necessarie

Quando coltivate i vostri prodotti, dovrete calcolare il numero di piante che dovrete piantare per poterne conservare il valore per un anno. Se siete principianti del giardinaggio e della conservazione, potrebbe essere più facile concentrarsi su una sola coltura all'inizio.

I pomodori sono di solito un esempio da seguire perché sono un frutto così versatile in molte ricette diverse, come la salsa di pomodoro, il concentrato di pomodoro, la salsa per la pizza e persino i pomodori secchi, solo per citarne alcuni. Per ottenere una quantità sufficiente di pomodori per uno qualsiasi di questi prodotti a base di pomodoro, sono necessarie 3-5 piante per persona.

Per avere una spiegazione migliore, guardate il mio video Sapere esattamente quanto piantare per sfamare la vostra famiglia, in cui vi parlo di un'equazione che mi aiuta a capire quanto piantare.

Suggerimento 4: Conservare gli articoli da conservare

Conservare gli alimenti non significa necessariamente coltivarli in proprio. Per conservare i vostri prodotti, potete acquistarli nei mercati degli agricoltori, nelle bancarelle lungo le strade o direttamente da un produttore locale.

Se avete deciso di fare il salto nella conservazione domestica, dovete sapere che esistono diversi metodi: potete usarne uno solo o una combinazione, qualunque sia quello che vi renderà le cose più facili a lungo termine.

Metodi di conservazione da scegliere:

(1) Inscatolamento

Il metodo di conservazione delle conserve è uno dei più utilizzati per la conservazione a lungo termine. A seconda di ciò che si intende conservare, si può fare un bagno d'acqua calda (impara a fare il bagno d'acqua) o una conserva a pressione. Ci sono delle regole da seguire e la sicurezza delle conserve non deve mai essere presa alla leggera.

Ecco alcune delle mie ricette preferite per le conserve:

  • Inscatolare il pollo (come farlo in modo sicuro)
  • Come inscatolare i pomodori in modo sicuro a casa
  • Conservazione delle pesche con miele e cannella

Se pensate che inscatolare sia troppo difficile o richieda un'attrezzatura troppo sofisticata, posso aiutarvi! Imparate a inscatolare con il mio corso Inscatolare facile e date anche un'occhiata ai miei consigli su Come inscatolare gli alimenti senza attrezzature speciali.

CORSO DI INSCATOLAMENTO FACILE:

Se siete alle prime armi con le conserve, ho appena rinnovato il mio corso Canning Made Easy ed è pronto per voi! Vi guiderò in ogni fase del processo (la sicurezza è la mia priorità numero uno!), così potrete finalmente imparare a fare le conserve con sicurezza, senza stress. CLICCA QUI per dare un'occhiata al corso e a TUTTI i bonus che lo accompagnano.

(2) Congelamento

Il congelamento funziona bene per alcuni tipi di verdure e per la maggior parte delle carni, ma l'inconveniente è che in caso di emergenza, quando manca la corrente, il congelatore non funziona. Questo è anche un metodo che può richiedere un po' di sbollentatura prima di spostare le cose nel congelatore.

Ecco alcune delle mie ricette preferite da congelare:

  • Come congelare i fagiolini
  • Come congelare i pomodori
  • Ricetta della marmellata di fragole da congelare senza cottura

(3) Conservazione delle radici/conservazione a freddo

Questo tipo di conservazione non è adatto a tutti i tipi di prodotti, ma viene utilizzato per le zucche invernali, le carote, le patate, le barbabietole e altre verdure che amano essere tenute al fresco e al buio. Non è necessario avere una vera e propria cantina per conservare le cose in questo modo, ma è utile.

Ecco alcuni consigli utili per gli ortaggi a radice:

  • 13 alternative alla cantina per le radici
  • Scavare e conservare le patate per l'inverno
  • Come coltivare la migliore cipolla di sempre

(4) Disidratazione

Il metodo di disidratazione consiste nell'utilizzare un disidratatore o un forno per rimuovere l'umidità dall'alimento scelto. Gli alimenti disidratati possono essere un'ottima aggiunta alle zuppe, perché molti possono essere ripristinati aggiungendo acqua. Gli alimenti disidratati non occupano tanto spazio quanto gli altri alimenti conservati, quindi possono essere utili se non si dispone di molto spazio per la conservazione a lungo termine.

Alcuni dei miei modi preferiti di usare il disidratatore:

  • Disidratare le banane: tutorial facile
  • Pomodori secchi semplici fatti in casa

(5) Fermentazione

Questo metodo di conservazione è utilizzato da sempre e, grazie alla salamoia, è uno dei più sicuri. Anche la fermentazione è un metodo di conservazione molto semplice, che richiede solo sale, verdure e un barattolo.

Alcune delle mie ricette di fermentazione preferite

  • Ricetta dei sottaceti fermentati fatti in casa
  • Come fare i crauti
  • Come preparare il kefir di latte

Ho usato personalmente ciascuno di questi metodi di conservazione degli alimenti e l'uso di una combinazione di ciascuno di essi aiuta davvero a raggiungere gli obiettivi di conservazione degli alimenti.

Non avete mai conservato nulla prima d'ora? Non c'è problema, scoprite di più su ogni metodo e su come conservare il vostro raccolto qui.

Siete pronti per iniziare a conservare un anno di cibo per la vostra famiglia?

L'idea è di cercare di immagazzinare una quantità di cibo sufficiente a superare un anno, se siete alle prime armi con la conservazione degli alimenti, ricordate che il modo migliore per evitare delusioni e sprechi è iniziare in piccolo. Creare un piano personalizzato che funzioni al meglio per la VOSTRA famiglia e decidere cosa acquistare o produrre da soli.

Spero che il vostro percorso di conservazione degli alimenti abbia successo e che riusciate a prendere il controllo delle vostre scorte alimentari. È una sensazione fantastica e soddisfacente essere finalmente autosufficienti e preparati.

Altri suggerimenti per lo stoccaggio a lungo termine:

  • Uova in vetro d'acqua: come conservare le uova fresche a lungo termine
  • Le migliori risorse per informazioni sull'inscatolamento sicuro
  • I miei modi preferiti per conservare gli alimenti in casa
  • I migliori consigli per la conservazione degli ortaggi senza cantina

Louis Miller

Jeremy Cruz è un blogger appassionato e un avido decoratore di case proveniente dalla pittoresca campagna del New England. Con una forte affinità per il fascino rustico, il blog di Jeremy funge da rifugio per coloro che sognano di portare la serenità della vita contadina nelle loro case. Il suo amore per il collezionismo di brocche, in particolare quelle amate da abili scalpellini come Louis Miller, è evidente attraverso i suoi accattivanti post che fondono senza sforzo l'artigianato e l'estetica della fattoria. Il profondo apprezzamento di Jeremy per la bellezza semplice ma profonda che si trova nella natura e nel fatto a mano si riflette nel suo stile di scrittura unico. Attraverso il suo blog, aspira a ispirare i lettori a creare i propri santuari, traboccanti di animali da fattoria e collezioni accuratamente curate, che evocano un senso di tranquillità e nostalgia. Con ogni post, Jeremy mira a liberare il potenziale all'interno di ogni casa, trasformando gli spazi ordinari in ritiri straordinari che celebrano la bellezza del passato abbracciando le comodità del presente.