Panini per hamburger integrali al miele

Louis Miller 20-10-2023
Louis Miller

Quando la voglia di hamburger si fa sentire...

... Devi solo ascoltare la chiamata. E quando vivi a più di 45 miglia dal negozio di alimentari ( e non mi interessa molto la lista degli ingredienti dei panini acquistati in negozio. ) la voglia di hamburger di solito richiede panini fatti in casa di qualche tipo.

Da un po' di tempo preparo panini per hamburger fatti in casa, sia con farina bianca non sbiancata che con farina integrale. Di solito sono un po' titubante nel dare prodotti panificati integrali agli ospiti, perché queste ricette possono finire per essere secche e friabili. Ma questi panini sono un'eccezione alla mia regola: hanno la giusta consistenza che li rende piacevoli da mangiare, senza avere la sensazione di mangiare unboccone di cartone.

Guarda anche: Come costruire un recinto per le galline

(La ricetta contiene link di affiliazione).

Panini per hamburger integrali al miele

  • 1 tazza di latte
  • 1/4 di tazza di burro o di olio di cocco (Se si usa l'olio di cocco, scegliere il tipo raffinato che non sa di cocco)
  • 1/4 di tazza di miele (questa è la mia fonte preferita di miele grezzo).
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di sale
  • 2 1/2 cucchiaini di lievito (o un pacchetto)
  • Da 2 a 3,5 tazze di farina integrale (vedi nota sotto) (come questa marca)
  • Semi di sesamo o avena arrotolata (facoltativo - per guarnire - necessario solo se state cercando di fare delle belle foto per un blog...)

In un pentolino, scaldare dolcemente il miele, il burro e il latte a fuoco basso fino a quando il burro è appena sciolto. Non far bollire o sobbollire questo composto: lo si vuole appena tiepido.

Mettete il lievito in una ciotola. Controllate la temperatura del composto di miele e latte: deve essere caldo, ma non bollente. Se mettete un dito nel composto e non vi sentite a vostro agio, lasciatelo raffreddare fino a circa 100 gradi prima di aggiungerlo al lievito, altrimenti vi ritroverete con un lievito morto e panini piatti.

Unire il composto tiepido di miele e latte al lievito e mescolare bene. Aggiungere l'uovo e il sale. Aggiungere gradualmente la farina, mescolando e impastando man mano.

Aggiungo la farina con molta cautela, perché è facile che se ne aggiunga troppa. Troppa farina produce panini secchi e friabili.

Una volta che l'impasto ha raggiunto il punto in cui si forma una palla, ma è ancora piuttosto appiccicoso, lo lascio riposare per 2-3 minuti. La farina integrale tende ad assorbire più liquido quando si riposa, quindi lasciarlo qualche minuto permette alla farina di assorbire il liquido ed evita di aggiungerne troppo. Una volta completato questo periodo di riposo, torno indietro e aggiungo altra farina se necessario.

Mi piace che l'impasto integrale sia leggermente più appiccicoso di quello di farina bianca, non tanto da risultare appiccicoso e appiccicoso alle dita, ma solo leggermente "appiccicoso". Ho scoperto che se continuo ad aggiungere farina finché non è perfettamente liscio (come l'impasto di farina bianca), il prodotto finale è spesso troppo secco.

Impastare per 6-7 minuti, aggiungendo farina se necessario. Coprire la palla di pasta e lasciarla lievitare in un luogo caldo per un'ora.

Sformare l'impasto lievitato e dividerlo in 8 porzioni ( 12 se vi piacciono i panini più piccoli) Arrotolare ogni porzione fino a formare una palla, quindi appiattirla. (Io appiattisco i miei sulla mia pietra da forno, che è quella su cui cuocerò i panini). Si può anche usare un tappetino da forno o un pezzo di carta da forno.

Io appiattisco i miei in modo che siano abbastanza vicini alla dimensione che voglio che abbiano i miei panini finiti - durante il processo di lievitazione, si alzeranno soprattutto verso l'alto, non verso l'esterno.

Guarda anche: Come cucinare la bistecca rotonda

Coprite i cerchi di pasta e lasciateli lievitare 30 minuti in un luogo caldo.

Infornare a 375 gradi in forno preriscaldato per 12-18 minuti, controllando attentamente che non si cuociano troppo: un colore dorato va bene, un disco da hockey no.

Un minuto o due prima che escano dal forno, si possono spennellare con burro fuso e cospargere di semi di sesamo o di avena. Non è necessario, ma sicuramente il prodotto finale è più bello.

Questi panini sono perfetti se serviti il giorno stesso della loro preparazione e sono splendidi con la mia ricetta preferita di hamburger fatti in casa o anche come panino!

Note:

  • Di solito per questa ricetta uso la farina di grano duro biologica (come questa): è un po' più delicata di quella di grano duro rosso. Tuttavia, sentitevi liberi di giocare con una varietà di farine: potreste anche usare la farina bianca o un misto di farina integrale e bianca.
  • Si può usare l'acqua al posto del latte, ma di solito si usa il latte perché crea una focaccia più morbida.
  • Non ho provato a realizzare questa ricetta con farine senza glutine.

Stampa

Panini per hamburger integrali al miele

Ingredienti

  • 1 tazza di latte
  • 1/4 di tazza di burro o di olio di cocco (se si usa l'olio di cocco, scegliere il tipo raffinato che non sa di noci di cocco)
  • 1/4 di tazza di miele
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di sale
  • 2 1/2 cucchiaini di lievito (o una bustina)
  • Da 2 a 3,5 tazze di farina integrale (vedi nota sotto) (come questa)
  • Semi di sesamo o avena (facoltativi per guarnire, ma necessari solo se si vogliono fare belle foto per un blog...)
Modalità Cook Impedisce che lo schermo si oscuri

Istruzioni

  1. In un pentolino, scaldare dolcemente il miele, il burro e il latte a fuoco basso fino a quando il burro è appena sciolto. Non far bollire o sobbollire questo composto: lo si vuole appena tiepido.
  2. Mettete il lievito in una ciotola. Controllate la temperatura del composto di miele e latte: deve essere caldo, ma non bollente. Se mettete un dito nel composto e non vi sentite a vostro agio, lasciatelo raffreddare fino a circa 100 gradi prima di aggiungerlo al lievito, altrimenti vi ritroverete con un lievito morto e panini piatti.
  3. Unire il composto tiepido di miele e latte al lievito e mescolare bene. Aggiungere l'uovo e il sale. Aggiungere gradualmente la farina, mescolando e impastando man mano.
  4. Aggiungo la farina con molta cautela, perché è facile che se ne aggiunga troppa. Troppa farina produce panini secchi e friabili.
  5. Una volta che l'impasto ha raggiunto il punto in cui si forma una palla, ma è ancora piuttosto appiccicoso, lo lascio riposare per 2-3 minuti. La farina integrale tende ad assorbire più liquido quando si riposa, quindi lasciarlo qualche minuto permette alla farina di assorbire il liquido ed evita di aggiungerne troppo. Una volta completato questo periodo di riposo, torno indietro e aggiungo altra farina se necessario.
  6. Mi piace che l'impasto integrale sia leggermente più appiccicoso di quello di farina bianca, non tanto da risultare appiccicoso e appiccicoso alle dita, ma solo leggermente "appiccicoso". Ho scoperto che se continuo ad aggiungere farina finché non è perfettamente liscio (come l'impasto di farina bianca), il prodotto finale è spesso troppo secco.
  7. Impastare per 6-7 minuti, aggiungendo farina se necessario. Coprire la palla di pasta e lasciarla lievitare in un luogo caldo per un'ora.
  8. Sformate l'impasto lievitato e dividetelo in 8 porzioni (12 se vi piacciono i panini più piccoli). Arrotolate ogni porzione in una palla, poi appiattitela (io l'ho appiattita direttamente sulla mia pietra da forno, che è quella su cui cuocerò i panini). Potete anche usare un tappetino da forno o un pezzo di carta da forno.
  9. Coprite i cerchi di pasta e lasciateli lievitare 30 minuti in un luogo caldo.
  10. Cuocere a 375 gradi in forno preriscaldato per 12-18 minuti, controllando attentamente che non si cuociano troppo: un colore dorato va bene, un disco da hockey no.
  11. Un minuto o due prima che escano dal forno, si possono spennellare con burro fuso e cospargere di semi di sesamo o di avena. Non è necessario, ma sicuramente il prodotto finale è più bello.
  12. NOTA: di solito per questa ricetta uso la farina di grano duro biologica, che è un po' più delicata di quella di grano duro rosso. Tuttavia, sentitevi liberi di giocare con una varietà di farine: potreste anche usare la farina bianca o un misto di farina integrale e bianca.
  13. NOTA: si può usare l'acqua al posto del latte, ma di solito si usa il latte perché crea una focaccia più morbida.

Louis Miller

Jeremy Cruz è un blogger appassionato e un avido decoratore di case proveniente dalla pittoresca campagna del New England. Con una forte affinità per il fascino rustico, il blog di Jeremy funge da rifugio per coloro che sognano di portare la serenità della vita contadina nelle loro case. Il suo amore per il collezionismo di brocche, in particolare quelle amate da abili scalpellini come Louis Miller, è evidente attraverso i suoi accattivanti post che fondono senza sforzo l'artigianato e l'estetica della fattoria. Il profondo apprezzamento di Jeremy per la bellezza semplice ma profonda che si trova nella natura e nel fatto a mano si riflette nel suo stile di scrittura unico. Attraverso il suo blog, aspira a ispirare i lettori a creare i propri santuari, traboccanti di animali da fattoria e collezioni accuratamente curate, che evocano un senso di tranquillità e nostalgia. Con ogni post, Jeremy mira a liberare il potenziale all'interno di ogni casa, trasformando gli spazi ordinari in ritiri straordinari che celebrano la bellezza del passato abbracciando le comodità del presente.