Come inscatolare lo stufato di manzo

Louis Miller 13-10-2023
Louis Miller

Tetris del congelatore.

È una cosa che esiste, gente.

Abbiamo due congelatori a grandezza naturale nel fienile e un altro frigorifero/congelatore nel negozio (e un frigorifero/congelatore in casa, ovviamente) e continuiamo a non avere spazio...

Ogni volta che il macellaio chiama per dire che l'ultimo animale è pronto per essere ritirato c'è una certa dose di stress... È un gioco di equilibri che consiste nel riordinare, organizzare e a volte anche regalare la carne.

Non preoccupatevi, non mi sto assolutamente lamentando - è un bel problema da avere. Ma è ora di iniziare a inscatolare la carne più spesso per liberare un po' di spazio nel vecchio freezer - soprattutto considerando che abbiamo 30 uccelli da carne che dovranno essere lavorati a marzo. Gulp.

Guarda anche: Come piantare l'aglio

Fortunatamente, non solo lo stufato di manzo in scatola è un ottimo modo per liberare spazio in freezer, ma è anche una cena veloce e conveniente quando non si ha tempo di cucinare e la pizza a domicilio è fuori discussione (benvenuti nella mia vita).

L'unica cosa importante di questa ricetta è che si DEVE usare una pentola a pressione. - Per questa ricetta NON è possibile utilizzare una pentola a bagnomaria, poiché stiamo conservando alimenti a bassa acidità. Fortunatamente le pentole a pressione non sono così spaventose come sembrano e qui potete trovare il mio tutorial completo sulle pentole a pressione.

Guarda anche: Allevare carne in una piccola azienda agricola

Impacco crudo vs. impacco caldo

L'unica ricetta del Ball Blue Book per lo stufato di manzo prevede di mettere tutti gli ingredienti in una grande pentola e di farli bollire a fuoco lento prima di metterli nei barattoli (anche detto hot-packing).

Tuttavia, ho trovato molte ricette online in cui si dice che si può tranquillamente confezionare manzo e verdure a crudo per lo stufato (cioè mettere la carne rosolata e le verdure crude direttamente nel barattolo e coprire con acqua bollente). A dire il vero, il metodo di confezionamento a crudo mi piace molto di più di quello a caldo, perché è più veloce e produce verdure un po' meno mollicce.

Detto questo, non sono riuscita a trovare nessuna autorità conserviera "ufficiale" che abbia dato consigli per confezionare a crudo lo stufato di manzo fatto in casa. Ho anche contattato l'agente della mia contea, ma nemmeno lei lo sapeva. Quindi... devo raccomandarti di seguire le regole "ufficiali" e di confezionare a caldo il tuo stufato. (Anche se potrei avere o meno confezionato una miniera grezza di materiale per l'agricoltura).

Come inscatolare lo stufato di manzo

Per il barattolo da un quarto è necessario

  • 1 1/4 di cucchiaino di sale marino (io uso il sale Redmond).
  • 1/4 di cucchiaino di pepe nero macinato
  • 3/4 di cucchiaino di timo secco
  • 1/2 cucchiaino di rosmarino secco
  • 2 spicchi d'aglio, tritati
  • 1 tazza di carne di manzo per stufato, tagliata a cubetti di 1″.
  • 1 tazza di patate, sbucciate e tagliate a cubetti
  • 1/2 tazza di carote, tagliate a tocchetti
  • 1/2 tazza di cipolle, tagliate a dadini

*In questo post non entrerò nei dettagli della conservazione a pressione, ma se siete alle prime armi, date un'occhiata al mio tutorial sulla conservazione a pressione prima di procedere.

**Se vi dicessi come confezionare questa ricetta a crudo, vi direi di mettere le erbe, il sale, il pepe e l'aglio sul fondo di barattoli puliti, poi di aggiungere la carne rosolata, le patate, le carote e le cipolle prima di riempire il barattolo con acqua bollente. Ma poiché non posso raccomandare ufficialmente il confezionamento a crudo, procederò con i consigli per il confezionamento a caldo sotto.....

Aggiungete 1 cucchiaio di strutto, grasso di pancetta o olio di cocco in un grande forno o in una pentola per stufati e fate rosolare la carne, che non deve essere perfettamente cotta, ma solo rosolata all'esterno.

Aggiungere il resto degli ingredienti alla pentola grande e coprire con acqua. Portare lo stufato a ebollizione, quindi versare i mestoli in barattoli caldi e puliti della dimensione di un quarto, lasciando uno spazio di 1″.

Pulite i bordi dei barattoli, regolate i coperchi a due pezzi e lavorateli in una pentola a pressione a 10 libbre di pressione per 90 minuti (o se vivete in altitudine, ricordatevi di regolare la pressione a 15 libbre).

Per servire: riscaldare lo stufato di manzo in una casseruola sul fuoco per 10 minuti prima di servirlo. Assaggiare definitivamente prima di servire e aggiungere altro sale o condimenti se necessario.

Provate i miei coperchi preferiti per le conserve, per saperne di più sui coperchi FOR JARS: //theprairiehomestead.com/forjars (usate il codice PURPOSE10 per uno sconto del 10%)

Home Note sullo stufato di manzo in scatola

  • Per questa ricetta si possono usare anche barattoli da mezzo litro, basta ridurre il tempo di lavorazione a 70 minuti.
  • Se la carne utilizzata è molto grassa, è consigliabile scolare il grasso dalla pentola dopo la rosolatura, ma prima di aggiungere il resto degli ingredienti per la cottura a fuoco lento. Altrimenti, il grasso in eccesso può salire intorno al bordo del barattolo durante la lavorazione e causare la mancata chiusura dei coperchi.
  • Non è consigliabile aggiungere addensanti allo spezzatino prima di metterlo in scatola. Quindi, se volete aggiungere farina o amido di mais a questa ricetta per renderla più densa, dovrete aggiungerla dopo aprire il barattolo per riscaldarlo.
  • Se non avete carne da stufare, potete anche tagliare vari arrosti che avete in freezer.
  • I cibi conservati in casa sono più gustosi se consumati entro un anno dalla conservazione, ma si conservano molto più a lungo, anche se il loro valore nutritivo diminuisce con il passare del tempo.
  • Potete regolare le erbe e i condimenti di questa ricetta in base ai vostri gusti. Potete anche aggiungere facilmente altro sale, ecc. quando riscaldate la zuppa in scatola per servirla.

Louis Miller

Jeremy Cruz è un blogger appassionato e un avido decoratore di case proveniente dalla pittoresca campagna del New England. Con una forte affinità per il fascino rustico, il blog di Jeremy funge da rifugio per coloro che sognano di portare la serenità della vita contadina nelle loro case. Il suo amore per il collezionismo di brocche, in particolare quelle amate da abili scalpellini come Louis Miller, è evidente attraverso i suoi accattivanti post che fondono senza sforzo l'artigianato e l'estetica della fattoria. Il profondo apprezzamento di Jeremy per la bellezza semplice ma profonda che si trova nella natura e nel fatto a mano si riflette nel suo stile di scrittura unico. Attraverso il suo blog, aspira a ispirare i lettori a creare i propri santuari, traboccanti di animali da fattoria e collezioni accuratamente curate, che evocano un senso di tranquillità e nostalgia. Con ogni post, Jeremy mira a liberare il potenziale all'interno di ogni casa, trasformando gli spazi ordinari in ritiri straordinari che celebrano la bellezza del passato abbracciando le comodità del presente.