Le migliori patatine fritte fatte in casa di sempre.

Louis Miller 20-10-2023
Louis Miller

Oggi ho una profonda e oscura confessione da fare...

Man mano che procedevo nel mio percorso di lettura dell'alimentazione, ho notato che le mie papille gustative sono cambiate: ho gradualmente perso la voglia di molti dei cibi trasformati che amavo un tempo e sono lieta di affermare che il mio palato si è felicemente adattato agli ingredienti freschi e agli alimenti integrali saporiti.

Tuttavia.

C'è un "cibo spazzatura" che amo ancora come non mai.

Patatine fritte.

E non solo qualsiasi patatine fritte: adoro ancora quelle della catena di fast-food più amata d'America. (sapete, quello con i grandi archi giallastri...)

Ma quei deliziosi bastoncini di perfezione di patate sono fritti in una miscela di olio di canola e di soia... E io cerco assolutamente di evitare gli oli vegetali lavorati...

Guarda anche: Zuppa rustica di salsiccia e patate

Per fortuna, le patatine fritte non devono essere per forza cibo spazzatura se le preparate con gli ingredienti giusti. Volete sapere il segreto delle patatine perfette?

Sego di manzo.

In effetti, quella certa catena di fast-food di cui sopra cucinava le sue patatine nel sego di manzo, fino a quando, purtroppo, nel 1990 è passata ai disgustosi oli vegetali.

Sapevate che, contrariamente a quanto si crede, il sego di manzo è in realtà un grasso "buono"? Sempre più prove stanno emergendo, dimostrando che i grassi animali (come il sego) sono in realtà migliori per noi rispetto alle moderne alternative petrolifere industriali. Lo strutto è tornato, baby!

(Potete facilmente produrre il vostro sego in casa - date un'occhiata al mio tutorial sul sego di manzo per tutti i dettagli).

Ora, mi piacciono anche le patatine fritte al forno (quelle che si mettono su una teglia di biscotti e si cuociono in forno), ma a volte solo una vera e propria patatina fritta va bene, ed è qui che entrano in gioco questi piccoli.

Come fare le patatine fritte in casa

Ingredienti:

(Non ci sono misure precise per questa operazione: dovrete semplicemente fare a occhio in base a quello che avete a disposizione).

  • Patate (Si può usare qualsiasi tipo di patata, ma io amo particolarmente usare le mie Yukon Golds coltivate in casa. Di solito uso 4-6 patate per la mia piccola famiglia).
  • Acqua fredda (opzionale)
  • Sego di manzo o strutto (vedi la mia nota sotto per altre opzioni di grasso)
  • Sale marino (io uso questo)

Istruzioni:

Guarda anche: Le migliori patatine fritte fatte in casa di sempre.

Tagliare le patate (con o senza buccia, a scelta) Tenete presente che più sono spessi, più tempo ci vorrà per friggerli.

Mettere i bastoncini di patate in una ciotola e coprirli con acqua fredda. Lasciare le patate in ammollo per circa un'ora.

Una volta pronti per la frittura, mettete il sego di manzo in una pentola profonda (abbastanza da avere circa 15 cm di grasso liquido una volta sciolto) e scaldatela a circa 350 gradi.

Togliere le patate dall'acqua e asciugarle. (Di solito uso un asciugamano da cucina pulito per farlo, anche se vanno bene anche quelli di carta).

Non friggete l'intera partita in una sola volta: per ottenere un risultato ottimale, dovrete fare diverse partite più piccole.

Ci vogliono dai 5 ai 10 minuti per ogni lotto, a seconda della croccantezza delle patatine e dello spessore del taglio. (A me piacciono le patatine più morbide, mentre mio marito le preferisce belle croccanti).

Mescolate di tanto in tanto e osservate che diventino di una bella tonalità dorata. Se non siete sicuri che siano pronti o meno, il modo migliore per verificarlo è assaggiare. (Ed è anche uno dei vantaggi dell'essere il cuoco...).

Una volta terminate, toglierle dall'olio bollente e disporle su una teglia foderata di carta assorbente; salarle generosamente con sale marino e servirle immediatamente.

Note di cucina:

  • Se non avete strutto o sego, ho sentito dire che l'accorciamento della palma è un altro grasso sano e stabile alle alte temperature. (anche se non avrà il bel sottotono "bovino" del tallow....)
  • Si pensa che l'ammollo delle patate in acqua renda il risultato finale più croccante (credo che abbia a che fare con l'amido). Ho ottenuto ottimi risultati con questo metodo, ma non è assolutamente necessario. Se avete poco tempo a disposizione, saltate questo passaggio.
  • Sono sicura che una friggitrice come questa andrebbe bene per questa ricetta, ma dato che non ce l'ho, ho scoperto che una pentola profonda funziona altrettanto bene.
  • Inoltre non ho un termometro per fritture, quindi sperimento finché non trovo la temperatura giusta. Spesso metto una frittura "di sacrificio" nell'olio mentre si riscalda: quando inizia a sfrigolare, so che è pronta.
  • Fate attenzione a non sovraccaricare la pentola, ma a fare piccole porzioni: una pentola affollata ci mette un sacco a friggere e le patate sono più soggette a diventare mollicce.
  • Non si conservano bene e bisogna mangiarli tutti subito. (Mi dispiace tanto. ;))
  • Spero che abbiate un autocontrollo migliore del mio, perché di solito non riesco a trattenermi dal divorarli mentre aspetto che finiscano i lotti rimanenti...

Gustate le vostre patatine fritte fatte in casa con degli hamburger grassfed (o anche dei bastoncini di pesce fatti in casa) e una generosa dose di ketchup. Chi dice che il cibo sano debba essere noioso?

Stampa

Le migliori patatine fritte fatte in casa di sempre.

Ingredienti

  • Patate (io uso 4-5 Yukon Gold per la mia piccola famiglia)
  • Acqua fredda (opzionale)
  • Sego di manzo o strutto
  • Sale marino (io uso questo)
Modalità Cook Impedisce che lo schermo si oscuri

Istruzioni

  1. Tagliare le patate (con o senza buccia) a bastoncini o a spicchi.
  2. Mettere i bastoncini di patate in una ciotola
  3. Coprire con acqua fredda
  4. Lasciare le patate in ammollo per circa un'ora.
  5. Quando si è pronti per la frittura, mettere in una pentola profonda una quantità di sego di manzo sufficiente a far sì che, una volta sciolto, sia pari a 3 o 4 centimetri.
  6. Riscaldare a circa 350 gradi
  7. Togliere le patate dall'acqua
  8. Asciugare (va bene anche un panno da cucina pulito)
  9. Mettere delicatamente alcuni bastoncini di patate nell'olio caldo.
  10. Per ottenere risultati ottimali, è necessario eseguire diversi lotti più piccoli.
  11. Ci vogliono 5-10 minuti per ogni lotto, a seconda di quanto sono spesse e quanto vi piacciono croccanti (a me piacciono le patatine più morbide, il maritino le preferisce croccanti).
  12. Mescolate di tanto in tanto e osservate la bella tonalità di marrone dorato.
  13. Test del gusto
  14. Una volta terminato, toglierlo dall'olio caldo e disporlo su una teglia rivestita di carta assorbente.
  15. Saltare generosamente con sale marino e servire immediatamente

Questo post contiene link di affiliazione.

Louis Miller

Jeremy Cruz è un blogger appassionato e un avido decoratore di case proveniente dalla pittoresca campagna del New England. Con una forte affinità per il fascino rustico, il blog di Jeremy funge da rifugio per coloro che sognano di portare la serenità della vita contadina nelle loro case. Il suo amore per il collezionismo di brocche, in particolare quelle amate da abili scalpellini come Louis Miller, è evidente attraverso i suoi accattivanti post che fondono senza sforzo l'artigianato e l'estetica della fattoria. Il profondo apprezzamento di Jeremy per la bellezza semplice ma profonda che si trova nella natura e nel fatto a mano si riflette nel suo stile di scrittura unico. Attraverso il suo blog, aspira a ispirare i lettori a creare i propri santuari, traboccanti di animali da fattoria e collezioni accuratamente curate, che evocano un senso di tranquillità e nostalgia. Con ogni post, Jeremy mira a liberare il potenziale all'interno di ogni casa, trasformando gli spazi ordinari in ritiri straordinari che celebrano la bellezza del passato abbracciando le comodità del presente.