Ricetta Hash Browns tagliuzzati

Louis Miller 12-08-2023
Louis Miller

Ho fatto un sogno...

... di poter fare gli hash brown a pezzetti a casa senza che siano completamente disgustosi.

Perché anche i miei piani migliori mi lascerebbero con scarsi risultati...

Troppo molliccio, troppo gommoso, troppo crudo, troppo bruciato.

E irrimediabilmente attaccato alla padella.

Guarda anche: Strategie naturali per il controllo delle mosche nelle aziende agricole

Posso fare i marshmallow fatti in casa e il pane francese da zero, per l'amor del cielo. Cosa c'era in questi hash browns puzzolenti?

Sono troppo testarda per comprare i panetti di hash brown surgelati, quindi ci siamo ritrovati a mangiare cubetti di patate fritte. Tragico.

Ho scoperto che c'erano solo pochi semplici passi tra me e il paradiso delle patate hash brown fatte in casa. Chi l'avrebbe mai detto?

Se vi trovate nella mia stessa situazione, dovete assolutamente appuntare o salvare il post di oggi: si tratta di informazioni che cambiano la vita, ve lo dico io.

Ricetta dei croccanti Hash Browns tagliati a pezzetti

  • 2-3 patate (Qualsiasi tipo di patata va bene, ma le russe sono le classiche patate da hash brown. Io uso patate di dimensioni medio-grandi).
  • 4 cucchiai di burro o di grasso di pancetta
  • 1/2 cucchiaino di sale marino (io uso questo)
  • 1/8 di cucchiaino di pepe nero appena macinato

Triturare le patate, io non le sbuccio prima. (perché sono pigra, perché le bucce forniscono un nutrimento extra...). , ma se volete potete farlo.

Se siete dei golosi, potete usare una grattugia a mano. Io personalmente odio grattugiare le cose a mano, quindi il mio robot da cucina fa un breve lavoro con le patate.

Ora arriva la parte importante: sciacquare le patate. L'amido presente nelle patate tende a renderle gommose e appiccicose. Vogliamo che sia eliminato.

Metto semplicemente le patate tagliate in uno scolapasta e le risciacquo finché l'acqua non è limpida, non torbida.

Lasciar scolare bene le patate. A me piace strizzarle un po' per far uscire tutta l'umidità possibile, oppure si possono asciugare con un canovaccio pulito.

Aggiungete il sale e il pepe: non dimenticate questo passaggio, il condimento è importante...

Guarda anche: Come preparare il brodo di maiale

Nel frattempo, scaldate il burro o il grasso della pancetta nella padella fino a farlo sciogliere. Io uso la mia padella di ghisa da 12″, perché sono un tipo cool.

Mettete le patate nella padella, mescolatele velocemente e lasciatele cuocere a fuoco medio-basso.

La parte del lasciar riposare è importante: non bisogna fare confusione, basta lasciarli cuocere da quel lato per 8-10 minuti circa.

Io non ho il talento di girare l'intera massa di patate in una volta sola, quindi la giro in sezioni. Non importa come lo fate, basta che la giriate.

Cuocete l'altro lato per 5-8 minuti, o fino a quando non sarà di una bella tonalità di marrone dorato e adeguatamente croccante.

Servite subito, accompagnando con ketchup se volete, oppure mangiate senza, per una pura bontà di hash brown sminuzzato.

Note di cucina:

  • Se non volete usare il burro o il grasso della pancetta, l'olio di cocco può andare bene per questa ricetta. Tuttavia, credo che il burro o il grasso della pancetta offrano più sapore ai vostri hash browns sminuzzati.
  • Ogni piano di cottura è diverso dall'altro, quindi la prima volta che le preparate tenete d'occhio la padella: il calore deve essere abbastanza alto da rendere croccanti le patate, ma non così caldo da bruciare il fondo prima che il centro abbia il tempo di cuocere.
  • La tentazione di riempire la padella con altre patate è forte (a volte sono ingorda...), ma tenete presente che se lo fate, probabilmente vi ritroverete con degli hash browns molli o mollicci. Per farli diventare ben croccanti, devono avere spazio per cuocere.
  • Servite i vostri hash browns fatti in casa insieme ad altri alimenti preferiti per la colazione, come ad esempio:
    • Uova strapazzate senza collante (ovviamente cotti nella padella di ghisa)
    • Biscotti al burro fatti in casa
    • Sugo di salsiccia fatto in casa
    • Polpettine di salsiccia per la colazione fatte in casa
Stampa

Ricetta Hash Browns tagliuzzati

  • Autore: La prateria
  • Categoria: Colazione

Ingredienti

  • 2 - 3 patate (qualsiasi tipo va bene, ma le russe sono le classiche patate da hash brown. Io uso patate di dimensioni medio-grandi)
  • 4 cucchiai di burro o di grasso di pancetta
  • 1/2 cucchiaino di sale marino (io uso questo)
  • 1/8 di cucchiaino di pepe nero appena macinato
Modalità Cook Impedisce che lo schermo si oscuri

Istruzioni

  1. Triturare le patate. Io non le sbuccio prima, ma se volete potete farlo.
  2. Sciacquare le patate.
  3. Metto semplicemente le patate tagliate in uno scolapasta e le risciacquo finché l'acqua non è limpida, non torbida.
  4. Lasciate scolare bene le patate. A me piace strizzarle un po' per far uscire tutta l'umidità possibile, oppure potete asciugarle con un canovaccio pulito.
  5. Aggiungere il sale e il pepe.
  6. Nel frattempo, scaldare il burro o il grasso della pancetta nella padella fino a farlo sciogliere.
  7. Mettete le patate nella padella, mescolatele velocemente e lasciatele cuocere a fuoco medio-basso.
  8. La parte del lasciar riposare è importante: non bisogna fare confusione, basta lasciarli cuocere da quel lato per 8-10 minuti circa.
  9. Io non ho il talento di girare l'intera massa di patate in una volta sola, quindi la giro in sezioni. Non importa come lo fate, basta che la giriate.
  10. Cuocete l'altro lato per 5-8 minuti, o fino a quando non sarà di una bella tonalità di marrone dorato e adeguatamente croccante.
  11. Servite subito, accompagnando con ketchup se volete, oppure mangiate senza, per una pura bontà di hash brown sminuzzato.

Louis Miller

Jeremy Cruz è un blogger appassionato e un avido decoratore di case proveniente dalla pittoresca campagna del New England. Con una forte affinità per il fascino rustico, il blog di Jeremy funge da rifugio per coloro che sognano di portare la serenità della vita contadina nelle loro case. Il suo amore per il collezionismo di brocche, in particolare quelle amate da abili scalpellini come Louis Miller, è evidente attraverso i suoi accattivanti post che fondono senza sforzo l'artigianato e l'estetica della fattoria. Il profondo apprezzamento di Jeremy per la bellezza semplice ma profonda che si trova nella natura e nel fatto a mano si riflette nel suo stile di scrittura unico. Attraverso il suo blog, aspira a ispirare i lettori a creare i propri santuari, traboccanti di animali da fattoria e collezioni accuratamente curate, che evocano un senso di tranquillità e nostalgia. Con ogni post, Jeremy mira a liberare il potenziale all'interno di ogni casa, trasformando gli spazi ordinari in ritiri straordinari che celebrano la bellezza del passato abbracciando le comodità del presente.