Come dipingere i mobili della cucina

Louis Miller 20-10-2023
Louis Miller

Vi è mai capitato di arrivare a metà di un progetto e di chiedervi se dovevate essere mezzi matti per averlo iniziato?

Sì... Questo ero io circa un mese fa.

La mia strada verso la pazzia è stata graduale... Grazie al troppo tempo trascorso su Pinterest, da circa un anno avevo messo gli occhi sui mobili bianchi della cucina...

Il problema era che non potevo giustificare lo smantellamento dei mobili attuali e l'acquisto di quelli nuovi. Sebbene non fossi un fan del rovere arancione da costruzione, erano ancora in buono stato e non avevo esattamente un paio di migliaia di dollari da spendere per una ristrutturazione completa della cucina.

Bellissimo arancione e rosso...

Così mi ritrovai con gli armadietti arancioni... e un mucchio di pennelli in cantina.

Si può capire dove si va a parare, giusto ?

All'inizio il maritino non era esattamente entusiasta dell'idea, ma dopo che gli ho mostrato le foto di cucine rustiche e nitide con armadietti bianco crema, ha iniziato a "sentire" la mia visione...

In rete si trovano molte scorciatoie per la verniciatura degli armadietti. La cucina è l'ambiente più utilizzato della mia casa e non potevo rischiare di avere una vernice che si sarebbe staccata dopo un anno o due...

Ho deciso di seguire il procedimento descritto da Young House Love nel suo tutorial sulla verniciatura degli armadietti, che contiene diversi post approfonditi sull'argomento e che consiglio vivamente di consultare. (Credo di aver letto la serie circa 582 volte prima di iniziarla...).

Inizialmente avevo pensato che il progetto avrebbe richiesto circa due settimane.... *salva le risate isteriche*

Un altro scatto "prima"

Alla fine ci sono voluti più di due mesi ... In qualche modo non ho incluso il fatto che ho due bambini piccoli, una fattoria da gestire e un blog da mantenere nella mia stima iniziale del tempo.

Dato che Young House Love ha fatto un lavoro così splendido con la serie di verniciatura dei mobili, non mi dilungherò in tutti i dettagli, ma ecco un rapido resoconto del processo:

Guarda anche: Erbe per le cassette di nidificazione delle galline

Come ho dipinto i mobili della cucina (in breve)

Niente più porte...

1. In primo luogo, io rimosso ante, cerniere e cassetti del mobile.

2. I levigato i frontali dei cassetti, le ante e le scatole del mobile con carta vetrata di grana 100. (Una levigatrice elettrica sarà la vostra migliore amica).

3. Asciugare la segatura con uno straccio umido (oppure utilizzare un panno per la puntinatura).

4. Ho poi applicato un Detergente liquido In pratica ricopre ogni residuo di poliuretano o di finitura e fa in modo che la vernice vi aderisca. Alcuni si limitano a carteggiare o a smacchiare, ma io ho fatto entrambe le cose per sicurezza.

Non posso credere che sto mostrando al mondo intero le viscere dei miei armadi...

5. Applicare due mani di primer di qualità Lasciare asciugare completamente ogni mano secondo le indicazioni del produttore (io ho usato il primer Zinnser).

6. Applicare 2-3 mani di vernice di qualità Lasciare asciugare completamente ogni mano secondo le indicazioni del produttore.

Guarda anche: Dove acquistare i semi di cimelio

Ora, il tipo di vernice che scegliete è molto importante: non lesinate sulla qualità! So che alcune persone usano una normale vernice al lattice, ma io avevo sentito parlare benissimo di Benjamin Moore Advance, quindi ho scelto quella e non sono rimasta delusa. (Non sono in alcun modo affiliata a Benjamin Moore, ma continuo a tessere le lodi di questa vernice).

Si tratta di una vernice al lattice che agisce come una vernice a olio, è autolivellante e asciuga fino a diventare una finitura molto dura e lavabile. (E se non si deve usare il diluente per pulire i pennelli!) Non è stato economico ( aspettatevi di pagare 40-50 dollari al gallone ), ma ne è valsa la pena perché non voglio dover rifare questo progetto tra un anno o due...

7. Ho scelto di verniciare a spruzzo le mie vecchie cerniere Invece di comprarne di nuovi... Ho valutato i pezzi di ricambio e sarebbe costato diverse centinaia di dollari per la ferramenta nuova... Vedremo come reggerà la vernice spray, ma per ora va tutto bene. (Ho usato lo smalto professionale ad alte prestazioni Rustoleum).

8. Dopo aver lasciato asciugare il tutto per un altro paio di giorni, abbiamo riapplicare le porte e applicato nuovi pomelli e tiretti per i cassetti.

Qualche consiglio che ho imparato lungo il cammino:

1. Concedetevi molto tempo.... Questo non è un progetto da weekend: aspettatevi di vivere nel caos per un po'.

2. Tenere le cose negli armadietti Poiché la mia cucina doveva rimanere funzionante durante tutto questo processo, non era possibile inscatolare tutto... (Anche se forse, se l'avessi fatto, sarebbe stato completato prima). Invece, ho scelto di lasciare il contenuto dei miei armadietti al loro posto... Ho dovuto rimuovere tutto e sciacquare dopo aver completato la levigatura, ma per il resto sono riuscita a cucinare durante la ristrutturazione. (E comunque i miei armadi avevano bisogno di una ripulita...).

3. Utilizzare pennelli e colori di qualità Lo so, lo so, anch'io sono una ragazza frugale, ma questo è un settore in cui non bisogna lesinare, a meno che non si intenda rifare il progetto tra un paio d'anni. Come ho già detto, sono stata molto soddisfatta della scelta della vernice, anche se non è stata economica. (Benjamin Moore Advance in Acadia White). Ho anche acquistato pennelli di qualità da 2″ (come questo) e un piccolo rullo di schiuma (come questo) per il processo.

4. Seguire le indicazioni e lasciare asciugare Leggete il retro dei barattoli di vernice e primer e obbedite. Se affrettate i tempi di asciugatura, vi ritroverete con una vernice gommosa che non sarà altrettanto resistente.

5. Quando si verniciano le porte, iniziare dal lato posteriore. In questo modo la mano finale sarà il lato anteriore, che a mio parere è il più importante. E sì, la parte del progetto relativa alla verniciatura della porta richiede per-ogni-volta ........

6. Rimanete sul neutro Prima di iniziare questo processo, ero tentata di scegliere un colore divertente e di tendenza per i miei armadietti, ma ho subito deciso di non farlo perché non volevo qualcosa che risultasse datato nel giro di un anno o due. Ho invece scelto un bianco morbido e senza tempo, che può davvero abbinarsi a qualsiasi combinazione di colori futura. Lo stesso vale per la ferramenta: ho trovato dei pomelli divertenti e di tendenza che all'inizio mi piacevano, ma che alla fine hanno finito perscegliendo un semplice pomello con una finitura in peltro anticato. Non voglio davvero dover rifare questo progetto in tempi brevi. (Credo di averlo già detto una volta...)

Quindi... ora che è tutto finito, ne è valsa la pena?

Assolutamente sì! La mia cucina è molto più chiara, luminosa e ampia. Si vede ancora un po' la venatura del legno con una certa luce, ma per la maggior parte sono perfetti. (A parte un paio di piccoli pasticci che sono stati colpa mia... ma credo che la perfezione al 100% sia piuttosto irrealistica).

Sì, ho dovuto pulire gli schizzi di cibo qua e là, ma la vernice si asciuga letteralmente come uno smalto, quindi tutto viene via subito.

Le centinaia di dollari che ho speso per la vernice, le forniture e la ferramenta sono sicuramente meglio delle diverse migliaia che avrei speso per armadietti nuovi di zecca.

Ma sono sicuramente contenta che sia stato fatto 😉 ...

Stampa

Come dipingere i mobili della cucina

Ingredienti

  • Molto tempo a disposizione (non è un lavoro da weekend)
  • 2 pennelli di qualità (come questo)
  • Piccolo foam roller (come questo)
  • Vernice di qualità (io ho usato la Benjamin Moore Advance in Acadia White, che è fondamentalmente una vernice al lattice che agisce come una vernice a olio. È autolivellante e asciuga in una finitura molto dura, molto pulibile e non è necessario usare il diluente per pulire i pennelli).
  • Sgrassatore liquido
  • Primer di qualità (io ho usato Zinnser)
  • Opzionale: ho scelto di verniciare a spruzzo le mie vecchie cerniere invece di comprarne di nuove... (ho usato Rustoleum Professional High Performance Enamel)
Modalità Cook Impedisce che lo schermo si oscuri

Istruzioni

  1. Per prima cosa, rimuovete le ante, le cerniere e i cassetti del mobile.
  2. Successivamente, carteggiare i frontali dei cassetti, le ante e le scatole dei mobili con carta vetrata di grana 100 (una levigatrice elettrica sarà la vostra migliore amica).
  3. Eliminare la segatura con uno straccio umido.
  4. Applicare un de-glosser liquido (questo ricopre ogni residuo di poliuretano o di finitura e fa aderire la vernice. Alcuni si limitano a carteggiare o a de-glossare, ma io ho fatto entrambe le cose per sicurezza).
  5. Applicare due mani di primer di qualità
  6. Lasciare asciugare completamente ogni mano secondo le indicazioni del produttore.
  7. Applicare 2-3 mani di vernice di qualità
  8. Lasciare asciugare completamente ogni mano secondo le indicazioni del produttore.
  9. Opzionale: verniciatura a spruzzo delle vecchie cerniere

Note

Dopo aver lasciato asciugare il tutto per un altro paio di giorni, abbiamo riappeso le ante e applicato nuovi pomelli e tiretti.

Questo post è stato condiviso su Frugal Days Sustainable Ways (Giorni frugali e modi sostenibili)

Louis Miller

Jeremy Cruz è un blogger appassionato e un avido decoratore di case proveniente dalla pittoresca campagna del New England. Con una forte affinità per il fascino rustico, il blog di Jeremy funge da rifugio per coloro che sognano di portare la serenità della vita contadina nelle loro case. Il suo amore per il collezionismo di brocche, in particolare quelle amate da abili scalpellini come Louis Miller, è evidente attraverso i suoi accattivanti post che fondono senza sforzo l'artigianato e l'estetica della fattoria. Il profondo apprezzamento di Jeremy per la bellezza semplice ma profonda che si trova nella natura e nel fatto a mano si riflette nel suo stile di scrittura unico. Attraverso il suo blog, aspira a ispirare i lettori a creare i propri santuari, traboccanti di animali da fattoria e collezioni accuratamente curate, che evocano un senso di tranquillità e nostalgia. Con ogni post, Jeremy mira a liberare il potenziale all'interno di ogni casa, trasformando gli spazi ordinari in ritiri straordinari che celebrano la bellezza del passato abbracciando le comodità del presente.