Come fare le candele di cera d'api

Louis Miller 20-10-2023
Louis Miller

*Flicker flicker flicker*

Quando mi siedo accanto alla stufa a legna in una fredda notte d'inverno, devo avere una candela. Senza se e senza ma, il momento non è completo senza la luce danzante di uno stoppino acceso.

Guarda anche: Decorazioni per la casa: telaio in filo di ferro fai da te

Anche se ho abbandonato la maggior parte delle mie candele a favore dei miei diffusori di essenze. (perché gli oli essenziali non solo profumano la casa in modo naturale, ma possono anche apportare benefici alla salute). Ma desidero ancora l'atmosfera accogliente di una buona candela vecchio stile.

Purtroppo, anche se la maggior parte delle candele non contiene più stoppini di piombo tossici, molte di quelle che si acquistano in negozio contengono ancora molte sostanze nocive, come profumi artificiali e paraffina. In breve, cose che non volete che circolino nell'aria di casa vostra.

Ma non c'è da preoccuparsi: noi siamo contadini e ci occupiamo di candele fatte in casa.

Vi ho già mostrato come fare le candele di sego, ma nel caso in cui siate a corto di sego, potete seguire lo stesso metodo per imparare a fare anche le candele di cera d'api. La cera d'api brucia magnificamente ed è un'opzione meravigliosa per le candele naturali, non tossiche e fatte in casa.

Ho anche un ottimo tutorial su come realizzare candele di soia fatte in casa, un'ottima alternativa economica se non riuscite a reperire cera d'api di buona qualità a un prezzo ragionevole.

Una nota sulla cera d'api: Se avete le api, siete fortunati! 😉 La cera d'api filtrata e coltivata in casa è un'ottima scelta per le candele fatte in casa. Tuttavia, se non avete ancora le api (come me), potete sempre informarvi presso gli apicoltori locali per vedere se qualcuno ha della cera d'api in vendita. Se non ci riuscite, anche Amazon è sempre un'opzione (è lì che ho preso la mia questa volta).

(questo post contiene link di affiliazione)

Come fare le candele di cera d'api

  • Cera d'api (questa è quella che ho usato io)
  • Stoppini (questi sono quelli che ho usato io)
  • Barattoli di vetro (i barattoli per conserve funzionano benissimo!)
  • Contenitore dedicato, come un barattolo da 10, per sciogliere la cera. (perché è impossibile da pulire dopo!).

( Una nota sugli importi: Una libbra di cera d'api equivale a circa 20 once di volume. Per questo tutorial ho usato una libbra di pastiglie di cera d'api, che ha riempito i quattro piccoli barattoli di latta mostrati nella foto qui sopra. Fortunatamente, la ricetta è molto flessibile, quindi se avete più o meno cera d'api, riempite semplicemente più o meno contenitori).

Mettete la cera d'api nel contenitore/barattolo dedicato. Mettete il barattolo in una pentola piena d'acqua e fate bollire a fuoco medio-alto, mescolando di tanto in tanto per farla sciogliere.

Nel frattempo, preparate i vasetti e gli stoppini.

Guarda anche: Ricetta dell'impasto facile (per pane, panini, pizza e altro ancora)

L'obiettivo è far sì che lo stoppino rimanga al centro del barattolo mentre versiamo la cera d'api e si solidifica. Si può ottenere questo risultato in vari modi, ad esempio:

  • Utilizzare una pistola per colla per incollare lo stoppino sul fondo del barattolo.
  • Fissare lo stoppino al barattolo con la colla super.
  • Tenere lo stoppino in posizione con strisce di nastro adesivo.
  • Utilizzare matite o tasselli per sostenere/stabilizzare lo stoppino.
  • Oppure utilizzare una combinazione di questi metodi.

Non importa il metodo, purché lo stoppino rimanga al centro del barattolo. Nelle foto qui sopra, ho messo un po' di colla sul fondo dello stoppino per fissarlo al fondo del barattolo. Poi ho arricciato lo stoppino intorno a un piccolo tassello per evitare che si rovesci.

Versate la cera d'api fusa nei vasetti, lasciando un centimetro di spazio in cima. Mettete da parte i vasetti e lasciateli raffreddare e rapprendere completamente.

Rifinite lo stoppino, accendete e godetevi le vostre candele di cera d'api fatte in casa!

FAQ:

  • Le mie candele di cera d'api irrancidiscono? No. Uno dei vantaggi della cera d'api è che non irrancidisce come la cera di soia o di palma.
  • Posso profumare le mie candele di cera d'api fatte in casa? Certo! Molte persone usano gli oli essenziali per creare candele naturali per l'aromaterapia. Tuttavia, tenete presente che gli oli essenziali non amano le alte temperature, quindi spesso il profumo non sarà così forte come se si usassero fragranze artificiali. Di solito lascio le mie candele fatte in casa non profumate e poi faccio profumare la mia casa con il mio diffusore di oli essenziali.
  • Dopo aver imparato a fare le candele di cera d'api in questo post, cliccate qui per imparare a fare anche le candele di sego.
  • Come si filtra la cera d'api per le candele? Ecco un video che vi mostrerà come fare!

Altre idee di prodotti per la casa fai da te:

  • Come fare le candele di soia
  • Come fare le candele di sego
  • Come fare il sapone a caldo
  • Ricetta del burro montato per il corpo fatto in casa
  • Tutorial sul sapone di sego fatto in casa

Louis Miller

Jeremy Cruz è un blogger appassionato e un avido decoratore di case proveniente dalla pittoresca campagna del New England. Con una forte affinità per il fascino rustico, il blog di Jeremy funge da rifugio per coloro che sognano di portare la serenità della vita contadina nelle loro case. Il suo amore per il collezionismo di brocche, in particolare quelle amate da abili scalpellini come Louis Miller, è evidente attraverso i suoi accattivanti post che fondono senza sforzo l'artigianato e l'estetica della fattoria. Il profondo apprezzamento di Jeremy per la bellezza semplice ma profonda che si trova nella natura e nel fatto a mano si riflette nel suo stile di scrittura unico. Attraverso il suo blog, aspira a ispirare i lettori a creare i propri santuari, traboccanti di animali da fattoria e collezioni accuratamente curate, che evocano un senso di tranquillità e nostalgia. Con ogni post, Jeremy mira a liberare il potenziale all'interno di ogni casa, trasformando gli spazi ordinari in ritiri straordinari che celebrano la bellezza del passato abbracciando le comodità del presente.