Torta di pere al cheddar

Louis Miller 20-10-2023
Louis Miller

Quando ero più giovane, ricordo che mio padre tagliava sempre una fetta di formaggio cheddar per la sua torta di mele calda. Da bambina ho sempre pensato che fosse un'abitudine piuttosto strana e non riuscivo a immaginare come formaggio e torta di mele potessero andare d'accordo.

Guarda anche: Ricetta del balsamo per labbra alla menta e miele

Ora che sono più grande e ho sviluppato delle papille gustative più "mature", capisco perfettamente il suo punto di vista!

È una torta leggermente dolce e molto rinfrescante. Può essere servito caldo o freddo e sarebbe un'aggiunta meravigliosa a un potluck o a un barbecue estivo!

È un cambiamento gradito rispetto alle tipiche torte di mele e di ciliegie, ma non troppo "strano", se capite cosa intendo. 🙂

Torta di pere al cheddar

(Adattato dalla rivista Taste of Home)

  • 4 grandi pere mature, sbucciate e tagliate a fette (o se non avete pere o non sono di stagione, usate quelle in scatola. Io ho usato 2 barattoli da mezzo litro per riempire la crosta. Potrebbe essere necessario filtrare un po' di sciroppo).
  • 1/4 di tazza di sucanat o di dolcificante a scelta (può essere necessario meno o più, a seconda della dolcezza delle pere. Oppure si può omettere del tutto)
  • 1 cucchiaio di polvere di arrowroot, o amido di mais senza OGM
  • 1/8 di sale (mi piace questo)
  • 1 crosta di torta non cotta

TOPPING:

  • 1/2 tazza di formaggio cheddar tagliuzzato
  • 1/2 tazza di farina integrale
  • 1/4 di tazza di burro fuso
  • 1/4 di tazza di sucanat o zucchero biologico
  • 1/4 di cucchiaino di sale

Unire le pere, il sucanant, la polvere di arrowroot e il sale. Versare nella crosta della torta non ancora cotta.

Mescolare tutti gli ingredienti della guarnizione e distribuirli sul ripieno.

Infornare a 425 gradi per 25-30 minuti o fino a quando il formaggio non sarà fuso e il ripieno non sarà spumeggiante. Ricordate di usare un foglio di alluminio o una protezione per la crosta per evitare che si bruci e diventi croccante!

Raffreddare per 10-15 minuti prima di servire, in modo che si rapprenda leggermente.

Guarda anche: Pianificare un frutteto per la vostra tenuta di casa

Servire caldo o freddo e conservare in frigorifero.

Stampa

Torta di pere al cheddar

Ingredienti

  • 4 grandi pere mature, sbucciate e tagliate a fette
  • 1/4 di tazza di sucanat o altro dolcificante (come questo)
  • 1 cucchiaio di polvere di arrowroot, o amido di mais senza OGM
  • 1/8 t. di sale marino (mi piace questo)
  • 1 crosta di torta non cotta
  • TOPPING:
  • 1/2 tazza di formaggio cheddar tagliuzzato
  • 1/2 tazza di farina integrale
  • 1/4 di tazza di burro fuso
  • 1/4 di tazza di sucanat o zucchero biologico
  • 1/4 di cucchiaino di sale marino
Modalità Cook Impedisce che lo schermo si oscuri

Istruzioni

  1. Preriscaldare il forno a 425 F
  2. Unire le pere, il sucanant, la polvere di arrowroot e il sale.
  3. Versare nella crosta della torta non ancora cotta
  4. Mescolare tutti gli ingredienti della guarnizione e distribuirli sopra il ripieno.
  5. Utilizzare un foglio di alluminio o una protezione per la crosta per evitare che si bruci e diventi croccante.
  6. Infornare a 425 gradi per 25-30 minuti fino a quando il formaggio si sarà sciolto e il ripieno sarà spumeggiante.
  7. Raffreddare 10-15 minuti prima di servire
  8. Può essere servito caldo o freddo
  9. Conservare in frigorifero

Note

Per riempire la crosta ho usato 2 barattoli da mezzo litro di pere in scatola, ma potrebbe essere necessario filtrare un po' di sciroppo.

Anche al maritino è piaciuta, ed era decisamente scettico quando mi ha visto grattugiare il formaggio per la nostra torta. 😉

Questo post fa parte di Real Food Friday

Louis Miller

Jeremy Cruz è un blogger appassionato e un avido decoratore di case proveniente dalla pittoresca campagna del New England. Con una forte affinità per il fascino rustico, il blog di Jeremy funge da rifugio per coloro che sognano di portare la serenità della vita contadina nelle loro case. Il suo amore per il collezionismo di brocche, in particolare quelle amate da abili scalpellini come Louis Miller, è evidente attraverso i suoi accattivanti post che fondono senza sforzo l'artigianato e l'estetica della fattoria. Il profondo apprezzamento di Jeremy per la bellezza semplice ma profonda che si trova nella natura e nel fatto a mano si riflette nel suo stile di scrittura unico. Attraverso il suo blog, aspira a ispirare i lettori a creare i propri santuari, traboccanti di animali da fattoria e collezioni accuratamente curate, che evocano un senso di tranquillità e nostalgia. Con ogni post, Jeremy mira a liberare il potenziale all'interno di ogni casa, trasformando gli spazi ordinari in ritiri straordinari che celebrano la bellezza del passato abbracciando le comodità del presente.