10 trucchi per impedire alla mucca da latte di scalciare

Louis Miller 20-10-2023
Louis Miller

Oggi do il bentornato a Kate di Venison for Dinner che conclude la sua serie di due puntate sulle mucche da latte che scalciano. Adoro questi consigli e ne ho utilizzati diversi!

Ora avete capito perché la vostra mucca scalcia... ma cosa fare? Mettete in pratica questi dieci trucchi per aiutare la mucca e per aiutare voi!

La prima cosa da fare è SEMPRE quella di calmarsi. Senza dubbio, se siamo di fretta, se ci sentiamo impazienti, se cerchiamo di sbrigarci, lei sarà scontrosa. Faccio qualche respiro e ho anche detto ad alta voce alla mucca: "Ok Will, siamo a posto, va bene se tiri le cuoia, ora ti mungerò, va bene se tiri le cuoia" e sai cosa? Non ha tirato le cuoia dopo una lunga serie di calci ogni volta. Tu sei stressato = Loro sono stressati.

10 trucchi per impedire alla mucca da latte di scalciare

1. Usare una corda o una barra per i calci. Questa è la mia soluzione per le vacche che so che scalceranno in continuazione. Faccio passare una corda spessa intorno alla pancia, davanti alle mammelle e ai fianchi. La tiro per esercitare una pressione decisa davanti ai fianchi, un punto di pressione che li immobilizza leggermente. Trovo che non impedisca loro di scalciare, ma che renda i suoi calci più lenti e accorci la sua gamma di movimenti. La do con cautela, perché unaNon mi è mai capitato, né ho sentito dire che sia successo in altro modo, ma è una possibilità.

2. Tenete un secchio o una pentola in più in cui versare. Questa è la mia polizza assicurativa e, personalmente, mi tranquillizza sapere che posso facilmente prendere il secchio, dato che non ha molto latte, e se scalcia, non sto perdendo tutto il valore della mungitura. Se avete a che fare con una vacca imprevedibile e non volete perdere tutto il latte, tenete a portata di mano un secchio o un pentolone in cui versare il latte periodicamente. DipendeLa frequenza di versamento dipende da quanto è ansiosa la mucca, ma assicuratevi che nel secchio non ci sia più niente che possiate facilmente afferrare e tirare via. Più di un gallone per me diventa troppo pesante per un rapido strappo.

Guarda anche: Come consumare il latte in eccesso di una mucca da latte familiare

In questa foto si può notare che non solo abbiamo dovuto utilizzare la corda per la mungitura, ma avevamo anche un secchio in più e due persone che mungevano. Questo è stato il periodo peggiore che abbiamo avuto con questa mucca a causa di un attacco di quasi mastite. Nonostante ciò, stava ancora in piedi splendidamente, con entrambe le zampe indietro, con solo mio padre che le teneva la cavezza.

3. Latte più veloce o Latte con due persone . A volte è necessario imparare a mungere più velocemente e a fare più in fretta. Se una persona può occuparsi anche solo di un capezzolo sul lato opposto, può fare in modo che il lavoro venga fatto in tempo.

4. Se l'avete appena trasferita, cercate di imitare l'impostazione della mungitura di prima. Anche se non è sempre possibile imitare l'allestimento della fattoria precedente, abbiamo scoperto che l'installazione di una stanga (ottenuta gratuitamente dall'ente fiera) ha contribuito a calmare le mucche. La nostra prima mucca ha semplicemente infilato la testa tra i due pali e le abbiamo legato una corda intorno al collo, ma Tilley, la nostra seconda mucca, si è spaventata per questo.

Guarda anche: I migliori hamburger fatti in casa

5. Latte con un piccolo secchio di plastica per ridurre al minimo il rumore. Abbiamo questi robusti secchi da un gallone che teniamo per mettere il latte quando finiamo i barattoli da 2 litri. Abbiamo trovato molto utile, se la mucca aveva paura del secchio, mungere con una mano, tenendo il secchio in alto con l'altra in modo da fare il minimo rumore.

6. Differenza di posizione. Questo vale sia per voi che per la vacca: potreste provare a mungere dall'altro lato o modificare le vostre aspettative su come sta in piedi. P'lady, la nostra prima vacca, amava stare con entrambi i piedi in posizione orizzontale e arretrata, il che era un sogno. Tilley e ora Wilderness preferiscono stare in piedi (guardando da dietro) con il piede sinistro in avanti e il destro indietro. Se la vostra vacca preferisce l'altro modo, non forzatela.imparare a mungere dall'altra parte.

7. Mungere i capezzoli in un ordine diverso. Sembra strano, ma io ero solita mungere entrambi i capezzoli da un lato (mano sinistra sul posteriore, mano destra sull'anteriore) fino a quando non erano finiti, poi passavo all'altro lato. Funzionava benissimo per P'lady e permetteva a due persone di mungere se necessario. Provando diversi modi per calmare Wilderness, abbiamo scoperto che lei preferisce il contrario! Per lei, mungere entrambi i capezzoli anteriori, poi entrambi i posteriori, o mantenere una costanteLa rotazione è la cosa che le piace di più, in modo da mantenere la delusione uniforme per tutti, e per noi è stato un successo!

8. Mungetela da dietro. Io, personalmente, lo giuro! L'ho imparato da un amico che lavora in una piccola azienda casearia dell'isola, da cui abbiamo preso le nostre mucche, quando è venuto a mungere la nostra mucca per noi. Mi metto accanto a lei, non dietro, le infilo la coda tra le mammelle e la gamba, tengo il secchio con una mano dietro di lei e mungo direttamente all'indietro. Trovo che funzioni meglio quando ha raggiunto il livello di guardia.Se le lasciate prendere il grano e il latte da dietro, trovo che stia perfettamente immobile. L'ho insegnato ad alcuni amici che mi mungono la mucca in sollievo, dato che non sono così veloci nella mungitura, e l'hanno fatto senza incidenti, quindi, a meno che non sappiate che la vostra mucca è una "cattiva scalciatrice", farei una prova!

9. Far sì che la sua persona dominante si metta a mungere. Per la nostra prima mucca ero io, mentre per la seconda e la terza è Marius. Forse non lo sapete se avete appena comprato la mucca, ma abbiamo scoperto molto presto chi la mucca rispetta di più.

( Spogliare le ultime gocce, Scusate i piedi fangosi... la primavera e tutto il resto... è inevitabile).

10. Se tutto il resto fallisce, latte a terra. È una cosa demoralizzante da fare, ma il latte deve uscire dalla mammella! Ho dovuto finire una mucca semplicemente spruzzandone un po' alla volta sul terreno, prima di allontanarla rapidamente mentre scalciava. Se non la mungete, le si ostruiranno i dotti o le verrà una mastite (forse non quella volta, ma un'altra), potrebbe aver bisogno di antibiotici e dovrete dare il latte alle galline per qualche giorno.In ogni caso, dolore a breve termine = guadagno a lungo termine. Questa è un'altra cosa che dico alle mungitrici in sollievo: se devono schizzare a terra, fatelo.

Abbiamo imparato questi trucchi attraverso tentativi e TANTI errori e spero che possiate metterli in pratica! Ne avete altri da aggiungere? Mi piacerebbe sentirli nei commenti qui sotto. Buona mungitura!

Kate è una mamma casalinga di due bambini che vive una vita casalinga sulla costa occidentale della British Columbia. Le piace cucinare e fare dolci da zero. Grazie alla caccia e all'autoproduzione, Kate e la sua famiglia producono più che a sufficienza per soddisfare il proprio fabbisogno di carne e latticini, aiutando felicemente altri a iniziare il proprio viaggio nell'autoproduzione. Kate ha anche una passione per la guarigione domestica con prodotti naturali.Potete seguirla su www.venisonfordinner.com mentre affina le sue capacità di allevatrice, preparando il suo "siero" con una montagna di latte crudo alla volta. Forse anche voi sarete ispirati a macellare il vostro cervo o a cimentarvi con la medicina naturale!

Louis Miller

Jeremy Cruz è un blogger appassionato e un avido decoratore di case proveniente dalla pittoresca campagna del New England. Con una forte affinità per il fascino rustico, il blog di Jeremy funge da rifugio per coloro che sognano di portare la serenità della vita contadina nelle loro case. Il suo amore per il collezionismo di brocche, in particolare quelle amate da abili scalpellini come Louis Miller, è evidente attraverso i suoi accattivanti post che fondono senza sforzo l'artigianato e l'estetica della fattoria. Il profondo apprezzamento di Jeremy per la bellezza semplice ma profonda che si trova nella natura e nel fatto a mano si riflette nel suo stile di scrittura unico. Attraverso il suo blog, aspira a ispirare i lettori a creare i propri santuari, traboccanti di animali da fattoria e collezioni accuratamente curate, che evocano un senso di tranquillità e nostalgia. Con ogni post, Jeremy mira a liberare il potenziale all'interno di ogni casa, trasformando gli spazi ordinari in ritiri straordinari che celebrano la bellezza del passato abbracciando le comodità del presente.